il servizio defer

 

 

il dispacciamento non è più un problema

 

 

Cos’è il dispacciamento delle FER

Le deliberazioni 281/2012/R/efr e 493/2012/R/efr dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas (AEEG) hanno introdotto la revisione del servizio di dispacciamento per le unità di produzione alimentate da fonti rinnovabili. L’obiettivo prioritario di questa revisione è quello di promuovere una maggiore responsabilizzazione degli utenti del dispacciamento per una più efficiente previsione dell’energia elettrica immessa in rete attraverso il trasferimento, a partire dal 1 Gennaio 2013, dei corrispettivi derivanti dallo sbilanciamento fisico che hanno contribuito a generare le unità di produzione alimentate da fonti rinnovabili non programmabili.


Lo sbilanciamento

Per sbilanciamento fisico si intende la differenza, ora per ora, tra la misura dell’energia immessa/prelevata nel sistema elettrico in un dato giorno e il programma finale di immissione/prelievo di energia in esito alla chiusura dei Mercati elettrici.


Il servizio di previsione

Al GSE è stata conferita piena autonomia nell’elaborazione del programma di produzione dell’energia elettrica immessa in rete dalle unità di produzione non programmabili. A tal fine, i produttori saranno tenuti, per ogni unità di produzione, a fornire al GSE i dati necessari per la previsione e la programmazione dell’energia elettrica immessa. A fronte delle nuove attività è stato istituito un corrispettivo a copertura dei costi sostenuti dal GSE per i servizi di previsione, programmazione e commercializzazione dell’energia elettrica ritirata.


Una stima dei ”rischi“ della Delibera 281

Per un impianto fotovoltaico dalla potenza nominale di 1 MWp si deve corrispondere al GSE un contributo totale di gestione di circa 1.300 €/anno. Questi casti salgono proporzionalmente con la potenza dell’impianto. I costi a copertura degli sbilanciamenti porteranno a delle perdite sui ricavi annui nell’ordine del 3,5%. espwr ha sviluppato un modello analitico per la stima dello sbilanciamento basato su un database di impianti di potenza variabile da 1MWp fino a 20MWp, correlando i valori effettivi di produzione con le previsioni giornaliere più accurate possibile. Ne risulta un valore medio di circa 2.850€/MWp. Ne risulta dunque un ”rischio“ annuo pari a 4150 €/MWp.


Il servizio di previsione e dispacciamento di espwr

espwr, in collaborazione con TRADECOM offre un servizio studiato appositamente per sollevare i produttori da fonti rinnovabili da ogni rischio connesso con la Delibera 281. La proposta consiste nel sottoscrivere con TRADECOM un contratto di ritiro dell’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico, in sostituzione del RID del GSE. TRADECOM, con il supporto di FREE ENERGIA si incarica di tutti gli oneri di gestione:

1) Servizio di previsione meteorologica

2) Copertura oneri di sbilanciamento

3) Servizio di dispacciamento

4) Ritiro Energia elettrica

Inoltre, all’energia elettrica ritirata mensilmente in ciascuno dei Punti di Prelievo verrà applicato il ”corrispettivo premio“ pari al Prezzo medio zonale orario + fee€/MWh. La proposta si configura quindi come una opportunità migliorativa rispetto a quanto offerto dal GSE nella formula del Ritiro Dedicato e nel servizio di previsione di produzione.


scarica la brochure informativa sul servizio defer

eco sun & power Srl - via Arena 263, 00128 Roma - C.F. e P.IVA 11545151000